conversioni

Dio è imprevedibile

Da un paio d'anni sono disponibili anche in italiano i Vangeli di Giovanni della Pocket Testament League (PTL), una missione evangelica anglosassone. Con una grafica moderna e mirata a vari gruppi di persone (le donne, gli uomini d'affari, gli sportivi, gli adolescenti), questi libretti tascabili possono essere ordinati sul sito gratuitamente e/o dietro offerta libera e consentono di essere offerti ad amici, colleghi e parenti.

Dal 1893, anno della loro nascita, questa missione ha stampato e diffuso oltre 100 milioni di Vangeli. Ciò che mi ha particolarmente colpito è che il tutto non è nato da un grande predicatore, un noto evangelista, un pastore brillante o da un teologo, ma da una giovane ragazza inglese. Helen Cadbury, figlia di un proprietario di una fabbrica di cioccolato, ancora dodicenne, partecipò a un culto serale in un chiesa con il padre. In quell’occasione rispose all’appello a salvezza e diede la sua vita a Gesù.

Elettrizzata e desiderosa di condividere la sua fede in Cristo, Helen iniziò a portarsi la Bibbia a scuola e leggere dei brani alle sue compagne di classe. Ben presto anche loro diventarono cristiane e insieme ebbero l'idea di cucire delle tasche sui loro vestiti per portare i piccoli Nuovi Testamenti che il padre di Helen aveva loro procurato. Fu così che le ragazze chiamarono il gruppo "Pocket Testament League". Usando piccole tessere di adesione, le ragazze si impegnarono a leggere una porzione della Bibbia ogni giorno, a pregare, e a condividere la loro fede secondo le opportunità che il Signore avrebbe loro concesso. Dopo aver studiato all’Università, Helen incontrò l’uomo che divenne suo marito e insieme diedero grande impulso alla PTL, toccando milioni di vite nel corso dei decenni. L’intera storia è disponibile sul sito: https://it.ptl.org/about/history.php. Questo è solo uno dei tanti esempi dell’impatto del Vangelo nella vita di un’adolescente.

Prima di tutto ci ricorda che Dio è sovrano ed imprevedibile e non è chiuso nei nostri schemi. Poi, ci ricorda che ognuno degli adolescenti nella chiesa che vediamo tutte le settimane, ognuno di quei giovani dei giardinetti del quartiere che sembrano così sbandati, ognuno di quei ragazzi che si veste in maniera strana o porta un piercing da qualche parte, può essere un enorme potenziale nelle mani del Signore. Vale la pena lottare e faticare per raggiungere, discepolare e servire dei ragazzi che sembrano essere indifferenti? Sì, ne vale la pena perché tra di loro potrebbe esserci una Helen Cadbury, qualcuno che influenzerà tante altre vite, diventando un potente strumento nella mani del Signore! Questa è l’imprevedibilità di Dio. E questa è il nostro compito di youthworkers: fare discepoli di Cristo tra gli adolescenti!